Legno & Dintorni

Gli alberi intesi come singoli soggetti, con una propria “individualità”, per essere eccezionalmente vecchi , per essere stati protagonisti di episodi storici o legati alla vita di grandi uomini o di Santi.

È sorprendente constatare come delle creature viventi siano sopravvissute alle avversità atmosferiche, ai terremoti, e anche ad eventi storici umani come le guerre, le invasioni e più recentemente alla cementificazione.

L’albero più grande d’Italia è il “Castagno dei Cento Cavalli”.

Tra gli alberi legati ad episodi storici vanno segnalati gli “Alberi della Libertà”, voluti dagli aderenti ai moti carbonari.

Anche alcuni riti della vita quotidiana sono legati a particolari essenze arboree: ai piedi del Cerro di Vetralia (VT), ogni anno si celebra lo “Sposalizio dell’albero”, mentre ancora non si ha notizia del “Noce di Benevento”, ammesso che sia mai esistito. Sotto di esso, secondo la leggenda si intrecciavano le danze delle streghe.

Gli alberi hanno uno spirito, una divinità che alberga ed è tutt’uno con il tronco e a volte accolgono l’essere etereo dei defunti.

La popolazione nei tempi più remoti viveva l’abbattimento di una pianta con angoscia. Si diceva che alcuni grandi pioppi emettevano sospiri se accanto a loro si abbattevano altri alberi o se essi stessi erano percossi dal vento e dalla tempesta.

La propensione a comunicare con la natura è uno degli aspetti più suggestivi degli antichi culti silvani e agricoli, vivi ancora nel secolo scorso. L’uomo parlava con le piante attribuendogli un’anima.

La propensione a comunicare con la natura è un tema rimasto costante nei secoli.

 

IL LEGNO E LA MUSICA

Un incontro naturale tra risorse della terra, capacità inventiva dell’uomo, fantasia, studio e metodologia per arrivare al prodotto finale che è quello di creare un oggetto in grado di produrre suoni meravigliosi.

Antonio Stradivari. Un vero maestro dell’arte liutaria che ancora oggi fa scuola. Sono passati i secoli ma le tecnologie utilizzate allora e soprattutto il legno impiegato dai liutai moderni per la costruzione del violino, sono rimaste identiche a quelle preferite da Stradivari.

Una delle risorse naturali più belle e prestigiose che l’Italia può vantare di possedere è il Parco Nazionale dello Stelvio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cliccando sul tasto Invia, dichiaro ai sensi e per gli effetti dell’Art. 13 GDPR – Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (UE 2016/679) di aver preso visione dell’informativa di FILBO S.r.l. per il trattamento dei dati personali, per finalità D) – Lasciare un commento sul sito web in relazione a news e/o aggiornamenti caricati dal titolare del trattamento.